banner
Viterbo

Prisma su Montecchio e i suoi misteri


A conclusione del bel pomeriggio trascorso insieme sul Montecchio, ci sembra opportuno aggiungere alcune considerazioni ai casi presentati durante l’escursione.


CASA INFESTATA VICINO AL MURAGLIONE

Il gruppo Prisma non è mai potuto entrare dentro quella casa con la sua strumentazione.

E’ dunque impossibile per noi stabilire la reale natura dei fenomeni che da decenni si verificherebbero là dentro.

Anche le stesse testimonianze di cui si dispone non provengono mai direttamente da un inquilino della casa, ma sono sempre fatti riportati da altri. Insomma troppo poco per sbilanciarsi.

 

SERPENTI GIGANTI

Qui di materiale raccolto ne abbiamo di più. Abbiamo incontrato persone che giurano e raccontano di averne incontrati.

Gente che una volta, nella loro vita, si sono trovate di fronte a questa creatura misteriosa.

In apparenza un serpente, ma talmente enorme nelle dimensioni da lasciar pensare a qualcosa di veramente anomalo.

"...I cinque serpenti più grandi al mondo appartengono tutti alla famiglia dei Boidi, di cui fanno parte le specie dei pitoni e dei boa e sono il pitone reticolato, l’anaconda verde, il pitone delle rocce indiano, il pitone di seba e la morelia ametista. In particolare dal punto di vista della lunghezza gli esemplari più grandi appartengono alla specie dei Pitoni Reticolati che possono arrivare a misurare anche 9 metri e a pesare fino a 140 chili. Dal punto di vista delle dimensioni, però, il serpente più grande è l’Anaconda Verde che, come il pitone reticolato raggiunge i 9 metri di lunghezza, ma, è molto più possente e pesante..."

La spiegazione a quanto i testimoni hanno visto potrebbe essere spiegato dunque da uno di questi serpenti appena citati.

Ma cosa ci fa (faceva) un esemplare del genere nelle campagne di Bagnaia?

 

CHECCO IL SORDO

Questo personaggio misterioso vissuto a Bagnaia tra la fine dell’800 e la prima metà del ’900 è legato al libro che si portava sempre dietro e che, a detta di chi ebbe modo di leggerlo, poteva essere uno dei libri del comando.

Un libro che gli dette conoscenza e in un certo modo poteri, visto che a Bagnaia era considerato il guaritore.

Abbiamo parlato con persone che lo hanno conosciuto in vita e il mistero legato al libro e cosa esso realmente potesse essere rimane.

 

LE STREGHE DI MONTECCHIO o FIGLIE DELLA LUNA

Abbiamo monitorato molte volte il Montecchio con la strumentazione.

Abbiamo fotografato, osservato e "ascoltato" i luoghi delle streghe in molte occasioni in tutti questi anni.

Da un punto di vista strumentale non abbiamo mai rilevato nulla di anomalo in quei posti.

Come pure mai nessuno di noi è mai stato testimone di qualcosa di strano durante uno dei numerosi sopralluoghi fatti.

Nè ci risulta che ci sia qualcuno che abbia visto fenomeni anomali avvenuti sul Montecchio con i suoi occhi.

Insomma, tutto farebbe pensare che di misterioso ci sia ben poco dentro quei boschi.

Tuttavia siamo abituati a fare ricerca utilizzando non solo strumenti tecnologici.

Tutte le persone dotate di sensibilità superiori hanno sempre "sentito" forte l’energia di questi luoghi.

In molti hanno percepito la forza di questi posti, soprattutto laddove poggia il grande masso nel quale è ricavato il "Trono".

Non si può restare indifferenti a tutto ciò.

La causa, per tutti quanti, può essere la suggestione?

Ed è stata la suggestione a portare anche Isa della Rupe sul Montecchio la prima volta circa 25 anni fa?

Perchè Isa ha sentito questo richiamo fortissimo che l’ha spinta a salire proprio su quel colle?

E’sempre stata la suggestione a permettere ad Isa di trovare i numerosi siti e manufatti raccontati dalle leggende popolari sulle streghe?

Certamente qualcosa che va al di là del "normale" c’è e non sfugge a nessuno.

Cosa si possa fare di più per palparne la consistenza è un quesito che continueremo a porci, sperando di riuscire, un giorno, a dare una risposta soddisfacente.

 

 

La prossima escursione col Mistero è per domenica 28 aprile.

A giorni sceglieremo la destinazione.

Non prima di aver letto le vostre preferenze in merito.

Per esprimere una vostra preferenza leggete tutte le mete disponibili alla pagina http://www.sulletraccedelmistero.it/itinerari-del-mistero.php  e mandateci una mail a info@sulletraccedelmistero.it con la vostra scelta.

 


torna a Indagini Torna a: Indagini stampa Stampa condividi Condividi
Altri Articoli:
Monitoraggio strumentale d’ambiente del Castello Orsini di Soriano nel Cimino
Monitoraggio strumentale degli ambienti di un locale pubblico a Viterbo
Fenomeni apparentemente inspiegabili in una villa appena fuori Viterbo
Prima uscita al castello Ruspoli
Tuscia, Creatura Misteriosa Dei Cimini: il punto sulle indagini di PRISMA
Strano essere - creatura visto sui Monti Cimini
Strano cerchio in un prato
La grotta del diavolo
Il volto misterioso comparso sulla porta
Storie di fantasmi: il convento di suor Lilia Maria
Roccaccia: laddove gli UFO non sono mai arrivati
La fontana del duca: lo spirito di una fanciulla e le note del suo flauto





© 2008-2018 Associazione Sulle Tracce Del Mistero
sitemap - archivio notizie - links